Archivi tag: premi aziendali

Ecco dove ho preso i soldi!

Purtroppo non possiamo ancora spiegare come Silvio abbia potuto sovvenzionare i suoi primi investimenti nel mercato edilizio, tuttavia è uscito un articolo piuttosto interessante su come verranno finanziate l’abolizione dell’ICI e la detassazione dei milionari premi aziendali dei top manager.

In breve: tagli.

Il simpatico Tremonti taglia cose di poco conto: i fondi per combattere la violenza contro le donne, i fondi per ferrovie e strade nel sud Italia (però faranno il Ponte sullo Stretto), quelli destinati a migliorare i trasporti locali (tanto Silvio e i suoi amici hanno tutti auto Euro 4, chissenefotte degli sfigati che vanno coi mezzi). Ancora, vengono tagliati i fondi destinati alla rete idrica (che è già in condizioni critiche) ed alle opere di forestazione e riforestazione. Un occhio di riguardo anche alla cultura: eliminati i soldi per le Università e la Formazione artistica e Culturale. Che dire dello sviluppo tecnologico? Via 50 milioni destinati all’ampliamento dell’offerta di banda larga (massì tanto siamo già il fanalino di coda in Europa) e per l’informatizzazione delle pubbliche amministrazioni.

Sinistro

Annunci

2 commenti

Archiviato in Smentite

Abbasserò le tasse!

Una delle Fiabe preferite di Silvio è quella sulle Tasse. Ne è ossessionato, non riesce a levarsele dalla testa. Sarà che ne paga (o dovrebbe pagarne) così tante… Quindi in ogni campagna elettorale si è fatto un punto fermo di promettere che avrebbe abbassato la pressione fiscale sui poveri contribuenti italiani.

In particolare, in questa legislatura ha promesso di eliminare l’ICI (Imposta Comunale sugli Immobili) e di detassare straordinari e premi aziendali. Cosa comporta tutto ciò, al di là delle banali considerazioni economiche?

L’ICI è un’imposta comunale, i soldi vanno al Comune, non allo Stato. Se Silvio volesse veramente il Federalismo Fiscale, l’ICI sarebbe un esempio di cosa non va toccato: i soldi restano non solo nella regione, ma nel comune stesso di residenza. Abolendo questa tassa i comuni avranno meno fondi e dovranno scegliere se fornire meno servizi o inventarsi qualche altra tassa per recuperare denaro.

Detassare gli straordinari: sembrerebbe un nobile intento, ma Silvio non ha ancora chiarito se intende detassarli per le Aziende o per i Dipendenti (c’era stato un richiamo di Montezemolo in tal senso). Nel primo caso, le aziende sarebbero incentivate a ricorrere agli straordinari, invece che assumere più personale, peggiorando ancora lo stato del mercato del lavoro in Italia.

Detassare i premi aziendali: anche qui, è da chiarire se intende farlo per le Aziende o per i Dipendenti. C’è da dire che buona parte dei soldi dei Top Manager derivano proprio da questi bonus, quindi uno sgravio sarebbe sicuramente gradito dagli elettori di Silvio, d’altra parte se li detassasse per le Aziende, queste potrebbero spostare soldi dallo stipendio fisso al bonus (legato ad obiettivi, generalmente), intaccando ulteriormente il potere d’acquisto mensile dei dipendenti.

Comunque… non preoccupatevi! Non state a rompervi la testa su queste questioni, perché sono Fiabe! E’ tutto finto! Ieri Tremonti è stato alla riunione dei ministri dell’Economia dei paesi dell’Unione Europea e gli hanno ricordato che l’Italia non ha ancora raggiunto gli obiettivi di pareggio del bilancio e non potrà abbassare nessuna tassa. Si è parlato, al contrario, di alzare le tasse su stipendi e bonus dei Top Manager… Montezemolo non sarà affatto contento…

Sinistro

1 Commento

Archiviato in Smentite