Archivio dell'autore: controsverso

L’insigne Bibliofilo

Dell’Utri, pochi giorni prima delle elezioni, ha dichiarato che in caso di vittoria del PDL si sarebbe provveduto ad una rapida e sistematica revisione dei libri di storia, a cominciare dal periodo della Resistenza, perchè la sinistra detiene il controllo sulle università e sulle case editrici.

Questa disarmante dichiarazione è in netto contrasto con la moltitudine di persone che erano nelle piazze italiane il 25 di aprile per il v2 day o per la festa della liberazione.

Quindi, stando alle parole del bibliofilo Dell’Utri, i casi sono 2:

  • o la Mondadori non è una casa editrice
  • oppure Berlusconi è di Sinistra

Controsverso

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Io sono quello BUONO...

Un gesto scherzoso

Domanda imbarazzante a Putin? Silvio mima la fucilazione della giornalista russa.

In Russia negli ultimi anni, più di 200 giornalisti “scomodi” (la più famosa è Anna Politovskaya) sono stati uccisi e non sono mai stati trovati gli assassini.

Controsverso

3 commenti

Archiviato in (non tanto) lieto fine, Sparate gratuite

Momenti difficili

“Ci saranno momenti difficili, servirà un forte rinnovamento per fare le riforme necessarie che avranno anche contenuti di impopolarità”

Chissà come mai questa dichiarazione non l’ha fatta prima delle elezioni. Certo, per togliere l’ICI, da qualche altra parte i soldi dovrà pur prenderli..

Non so perché, ma sta storia ha lo stesso odore di quella sul milione di posti di lavoro..

Controsverso

5 commenti

Archiviato in In attesa di smentita, Sparate gratuite

L’editore più liberale

Oggi il blog di Beppe Grillo segnala un video, tratto da un’intervista rilasciata da Berlusconi a LA7.

La prima domanda del giornalista è: “Rispetterà stavolta i parametri imposti dall’UE per quanto riguarda il deficit pubblico?”

B. non risponde alla domanda ma ribatte “Francia e Germania pure stavano sotto..” [……!]

La seconda domanda riguarda il famoso editto Bulgaro con cui fece licenziare dalla RAI Santoro, Biagio e Luttazzi (meno platealmente censurò Sabina Guzzanti e Paolo Rossi). Il giornalista chiede se farà licenziare anche Santoro e Travaglio.

La risposta è lunga e articolata, la riassumo in 3 concetti.

  • Non ho mai fatto licenziare nessun giornalista e non sarò io a farli licenziare.
  • In Mediaset non ci sono programmi che attaccano i politici di sinistra.
  • Sono l’editore più liberale d’Italia e non ho mai costretto nessuno a scrivere quello che penso io.

Il primo punto si commenta da solo.

Per quanto riguarda il secondo punto direi che la strategia di Mediaset è diversa: l’imperativo è filtrare le informazioni in modo che lo spettatore non capisca cosa sta succedendo. Molto del tempo viene infatti impiegato a coprire le malefatte della destra e, come è capitato per l’indulto, quelle della sinistra.

Per il terzo punto lascio spazio ad un altro video su YouTube dove Travaglio descrive il rapporto tra Berlusconi e Montanelli utilizzando una telefonata intercettata tra lo stesso Berlusconi e Craxi.

Controsverso.

Lascia un commento

Archiviato in Io sono quello BUONO...