Archivi del mese: settembre 2008

Gheddafi è un amico!

Riprendiamo in mano il filo delle Fiabe di Silvio degli ultimi tempi. La Libia. Il famoso “scatolone di sabbia” (in cui poi avrebbero trovato il petrolio, ma non faceva già più parte dell’Impero Italiano).

Silvio è stato a trovare l’amico Gheddafi (qualche anno fa Libero titolava “Gheddafi regala una villa a Berlusconi: stima internazionale per il premier”, ma non riesco a trovare l’articolo) ed ha siglato un accordo che mette la parola “fine” sul passato coloniale del nostro paese in Libia.

5 miliardi di dollari in 20 anni sono il risarcimento stabilito (soldi che “serviranno alle imprese italiane”, come appare in un’Ansa: infatti gli aiuti andranno spesi comprando servizi e beni dall’Italia…) e pare che al contempo Silvio abbia promesso che non permetterà agli Stati Uniti di usare le basi italiane per bombardare la Libia (come se avessimo scelta).

D’altra parte, Gheddafi ha promesso di ridurre gli sbarchi di clandestini in Italia (evidentemente li gestisce lui) ed ha dichiarato che il nostro paese avrà la precedenza su petrolio e gas. Ah, ecco.

Do ut des.

Sinistro

Annunci

2 commenti

Archiviato in (non tanto) lieto fine