Archivi del mese: maggio 2008

Allargheremo la squadra

Silvio l’aveva detto che i limiti imposti per legge (60 membri del governo tra ministri, vice e sottosegretari) gli stavano stretti. C’è tanta gente da accontentare, tanti amici da sistemare con un bel lavoro di poca fatica e grosso guadagno… pertanto oggi ha dichiarato che troverà il modo di sistemare anche loro!

Ma questo non era un governo che sarebbe stato meno costoso del precedente?

Mah.

Sinistro

Lascia un commento

Archiviato in Sparate gratuite

Invochiamo l’aiuto di Dio

Silvio, oggi, nel discorso per la presentazione del programma di governo ha invocato l’aiuto di Dio e della fortuna. Poi ha detto che serve ottimismo e spirito di missione.

Fortuna che erano i giornalisti a cercare il martirio…

Sinistro

Lascia un commento

Archiviato in Sparate gratuite

Fazio se l’è cercata

Voglio dire… lo sapeva cos’era successo a Luttazzi dopo che aveva invitato Travaglio a parlare a Satyricon. Editto Bulgaro. Ora… Fazio invita Travaglio a parlare, lui fa un po’ di avanspettacolo e poi, incidentalmente, fa il suo lavoro di giornalista e informa gli spettatori del fatto che la seconda carica dello stato, Schifani, è stata in società con persone poi condannate per mafia.

Ma siamo in uno Stato di Diritto: Schifani è innocente fino a prova contraria. Potrebbe dirlo lui stesso, “sono innocente!”. Solo che non lo fa.

Parlano tutti gli altri, in compenso.

Dal PDL ovviamente sono arrivate invettive di ogni tipo contro questa informazione “fatta di insulti senza contraddittorio”. Gasparri dice che se la prenderà col Direttore Generale della Rai.

Dall’altra parte, solidarietà di Di Pietro, che ha supportato Travaglio, scrivendo che ha solo fatto il suo lavoro e un giornalista che riporta fatti documentati non ha bisogno di nessun contraddittorio, semmai dovrebbero essere i politici a fare proprie le domande fra le righe di Travaglio e portarle in parlamento dove Schifani potrebbe rispondere.

Sarebbe interessante sentire queste risposte.

Sinistro

4 commenti

Archiviato in (non tanto) lieto fine

Sul Ministro dell’Economia non ho mai avuto dubbi

Fin da prima delle elezioni, le idee di Silvio erano chiare riguardo ad alcuni nomi: per il Ministero dell’Economia non ci sono mai stati dubbi sul fatto che sarebbe stato presieduto da Giulio Tremonti, che tanto bene (a Silvio) aveva fatto nel governo precedente, anche se la Comunità Europea non la pensava così, tanto che fece partire una procedura di infrazione che si è chiusa solo di recente grazie agli sforzi del governo Prodi.

Sinistro

1 Commento

Archiviato in (non tanto) lieto fine, Uncategorized

Spero che le bombe dei terroristi ispirati da Bossi siano di carta

La Libia ha dichiarato che, data la mancata assistenza da parte della Comunità Europea, non potrà più garantire la protezione delle coste italiane dall’immigrazione clandestina. Certo, probabilmente la nomina di Calderoli a ministro nonostante le dichiarazioni del figlio di Gheddafi avrà influito.

Calderoli, dal canto suo, con una faccia di bronzo degna del miglior Silvio dichiara che il suo “era un messaggio di pace e di avvicinamento tra le religioni monoteiste” che è stato mal interpretato e cerca, per quanto possibile, di aiutare Berlusconi e Frattini a ricucire lo strappo.

Poi arriva il rincoglionito (però ce l’ha ancora duro) di turno che dichiara che Gheddafi ha la lingua lunga e ci manda gli immigrati, mandando a puttane il lavoro diplomatico svolto fino a quel momento.

Siamo nelle mani di pazzi e rimbambiti…

Sinistro

2 commenti

Archiviato in (non tanto) lieto fine

Se sui giornali esce qualcosa di quello che vi dico, vi massacro

“Se sui giornali esce qualcosa di quello che vi dico, vi massacro”. Silvio apostrofa così i suoi ministri appena eletti. Un impeto di democrazia da parte dell’uomo che ci rappresenta di fronte al mondo intero.

Sinistro

3 commenti

Archiviato in Sparate gratuite

Primo CDM del nuovo governo… ma non a Napoli

Nonostante gli impegni per il passaggio di consegne ed il giuramento del nuovo governo, Silvio non ha smentito una delle sue Fiabe più importanti: aveva detto che il primo Consiglio Dei Ministri del nuovo governo si sarebbe svolto a Napoli, tuttavia ieri, dopo il giuramento, si è svolto il primo CDM. A Roma.

Bravo Silvio, continua così, forniscici tante smentite per le tue Fiabe!

Sinistro

Lascia un commento

Archiviato in Smentite

Avevo detto 12? Volevo dire 21!

Abbiamo la formazione ufficiale del nuovo governo. Silvio si è giustamente smentito facendo ben 21 ministri, mantenendo tuttavia la promessa di quattro ministeri al femminile. Certo, 4 su 21 non è proprio come 4 su 12, ma almeno una promessa l’ha mantenuta.

Riporto la formazione ufficiale, così come appare sul Giornale di Silvio. Ah, no, scusate: del FRATELLO di Silvio.

Ministri con portafoglio: agli Esteri Franco Frattini; agli Interni Roberto Maroni. Alla Giustizia Angelino Alfano; alla Difesa Ignazio La Russa; all’Economia Giulio Tremonti; allo Sviluppo Economico Claudio Scajola; alle Politiche agricole Luca Zaia; all’Ambiente Stefania Prestigiacomo; alle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli; al Welfare Maurizio Sacconi; alla Cultura Sandro Bondi; all’Istruzione Maria Stella Gelmini.

I ministri senza portafoglio: ai Rapporti con il Parlamento Elio Vito; alle Riforme Umberto Bossi; alla Semplificazione Roberto Calderoli; agli Affari regionali Raffaele Fitto; alle Pari Opportunità Mara Carfagna; ai Rapporti con l’Unione europea [europea è scritto minuscolo nella fonte, n.d.s.] Andrea Ronchi; all’Innovazione Renato Brunetta; all’Attuazione del programma Gianfranco Rotondi; alle Politiche giovanili Giorgia Meloni.

Come ben saprete, per ogni ministero il balletto delle nomine è iniziato fin dal giorno seguente le elezioni, per questo nei prossimi giorni ripercorreremo la storia delle nomine per i vari ministeri. Restate sintonizzati, Fiabe e Smentite a ore 12 (o era 21?)…

Sinistro

1 Commento

Archiviato in Smentite

Rifiuti in Campania: cominciamo col buttare via Bassolino

Una mozione del PDL volta alla rimozione di Bassolino ed allo scioglimento del Consiglio Regionale è la prima mossa per la soluzione dei problemi Campani.

Non che voglia difendere Bassolino, che probabilmente avrà qualche scheletro nell’armadio, ma l’emergenza rifiuti non è una cosa di adesso, né del 2000. E’ un problema che va avanti da più di 15 anni e se Silvio avesse voluto veramente fare qualcosa al riguardo se ne sarebbe potuto occupare nel governo precedente… se non fosse stato troppo impegnato ad evitare la galera per sé e per i propri collaboratori.

Sinistro

Lascia un commento

Archiviato in In attesa di smentita

Piccoli problemi… di colore

Nonostante le numerose rassicurazioni di Silvio, c’è ancora chi crede che la Lega non sia un partito democratico e, in particolare, che chi afferma che “l’Italia ha il tricolore, la Padania ha la sua bandiera bianca e verde” non possa giurare fedeltà al Paese (l’Italia, appunto).

Certo che questa sinistra sconfitta e abbattuta si attacca proprio a tutto…

Sinistro

Lascia un commento

Archiviato in In attesa di smentita